Logo Università degli Studi di Milano



 
 
Notizie  

Ad Adriana Maggi un finanziamento dell'European Research Council

"Role of liver estrogen receptor in female energy metabolism, reproduction and aging: what about your liver sexual functions?" è il titolo del progetto di un gruppo di nostri ricercatori guidato dalla professoressa Adriana Maggi, vincitore dell'ERC Advanced Investigators Grant.

Si tratta di un prestigioso riconoscimento europeo che assegna ai ricercatori del dipartimento di Scienze farmacologiche e biomolecolari dell'Università di Milano un finanziamento di quasi 1 milione e mezzo di euro per i prossimi cinque anni, e che permetterà di studiare gli effetti della produzione degli estrogeni sulla salute della donna durante la menopausa e nell'invecchiamento.

La ricerca s'inserisce nei più recenti studi sull'azione degli estrogeni non solo sugli organi riproduttivi come ovaio, utero e ghiandola mammaria ma anche sul fegato, che si è dimostrato un ulteriore bersaglio degli estrogeni.

"L'ipotesi che vogliamo provare con la nostra ricerca – spiega Adriana Maggi – è che la diminuzione della produzione di estrogeni da parte dell'ovaio ha come effetto primario una alterazione del metabolismo energetico. Il fegato, perdendo la regolazione estrogenica, inizia a produrre una eccessiva quantità di lipidi e colesterolo che accumula a livello epatico, dando origine a reazioni infiammatorie generalizzate che facilitano le manifestazioni patologiche che accompagnano l'invecchiamento della donna. Miriamo a scoprire come intervenire farmacologicamente per limitare gli errori metabolici indotti dalla mancanza di estrogeni e migliorare quindi lo stato di salute della donna, che oggi trascorre anche più di un terzo della propria vita – spesso il più significativo – durante e dopo la menopausa".

Alla professoressa Maggi e ai suoi studi oramai trentennali sui disturbi della menopausa, si deve anche la creazione nel 2006, in collaborazione con il professor Paolo Ciana, del nostro spin-ff Top srl, con base operativa presso il Parco Tecnologico Padano di Lodi.

Top (Transgenica Operative Products) srl è un'azienda biotecnologica specializzata nella produzione di vettori, cellule e modelli animali geneticamente modificati, che permette alla ricerca biologica e farmacologia di studiare e valutare – in tempo reale e direttamente nell'organismo – gli effetti di farmaci, ormoni e altri composti, con metodi poco invasivi per gli animali da laboratorio.

E proprio di recente, la Top srl ha concluso un accordo di commercializzazione con la Charles River Laboratories International, Inc. di tre suoi prodotti destinati alla ricerca preclinica negli Stati Uniti e Canada, sbarcando nel mercato biotecnologico nord americano tramite la capillare rete di vendita della più grande multinazionale nella commercializzazione di prodotti per la ricerca.

"L'accordo – commenta Adriana Maggi, presidente di Top srl – dimostra come sia possibile, anche in Italia, superare uno dei più grandi ostacoli che devono affrontare le giovani spin-off o start up, ovvero quello di far giungere idee altamente innovative su di un mercato che, seppure di nicchia, è sempre più globale".

27 novembre 2012
Torna ad inizio pagina